Uruguay

Alessandro_Pasut_5Uruguay


Grazie ad un importante impegno verso la promozione delle esportazioni e ad un consistente aumento dei consumi privati, nell’ultimo decennio il Pil è cresciuto ininterrottamente, con una media annua del 4,3%. I dati relativi al 2017 riportano la disoccupazione al 7,5%, l’inflazione al 6,5%, la crescita del Pil al 2,7%, il deficit di bilancio stabile, mentre è aumentato il debito pubblico.
Il Pil è composto dai servizi al 70%, dal settore industriale al 20%, dal settore primario al 10%.
Le esportazioni sono in continuo aumento, sia nel settore alimentare che nei servizi, dal turismo alla produzione di software e nel 2017 sono cresciute del 9,1%. Anche le importazioni hanno registrato un aumento del 1,5%.
Nel rapporto bilaterale con l’Italia, l’Uruguay ha esportato merci (soprattutto cellulosa, carne bovina, agrumi, semi di soia, articoli in pelle) per un valore di 275 milioni di euro ed ha importato merci (soprattutto prodotti chimico-farmaceutici, fertilizzanti, macchinari per l’imballaggio, apparecchi per la lavorazione del pellame, macchinari per l’industria della carta, apparecchi per la conservazione e refrigerazione) per un valore di 225 milioni di euro, con un saldo positivo di circa 50 milioni di euro.
I settori attrattivi per le aziende italiane rimangono quello energetico e quello delle infrastrutture. Sono presenti in Uruguay importanti aziende come l’Enel, Terna e Anas.
(Fonte: I.m.e.)

 

Se siete interessati a ricevere ulteriori informazioni sull’Uruguay,

cliccate qui!

Share

Tags:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>