You are currently browsing the archives for the Kuwait category


Kuwait

Alessandro PasutKuwait


-L’economia del Kuwait è basata sull’estrazione del greggio, che determina l’80% delle entrate dello Stato e il 50% del Pil. L’esportazione del greggio è pari al 90% di tutte le esportazioni. Nel sottosuolo è presente il 10% del petrolio mondiale e l’estrazione avviene da circa 700 pozzi distribuiti in tutto il territorio e in alcune isole.
Oltre all’industria petrolifera è rilevante l’industria chimica e la fabbricazione di materiali per l’edilizia.
In Kuwait, ogni anno, provenienti dai Paesi più poveri al mondo, arrivano migliaia di emigranti destinati ai lavori più umili e faticosi, e a bassissimo salario.
-Il Kuwait è una monarchia costituzionale. Il Capo dello Stato è l’Emiro. Il 16 maggio 2005 il Parlamento ha esteso il diritto di voto alle donne. Gli elettori costituiscono solo il 10% della popolazione.
-In Kuwait le persone fisiche e le società non sono soggette all’imposta sul reddito personale o sui redditi derivanti da attività.
Unico obbligo è il versamento dei contributi, da parte del datore di lavoro e del dipendente, a copertura di vecchiaia, invalidità e morte.
Il residente espatriato deve versare un premio annuale di assicurazione per malattia.
Tutti i contribuenti devono iscriversi presso una sede dell’Autorità Fiscale, che rilascia una tessera fiscale, da rinnovare ogni anno.
Le società straniere operanti in Kuwait, indipendentemente da dove la società ha sede, versano un’aliquota del 15% sugli utili netti .
Non esiste l’Imposta sul Valore Aggiunto
-Il Kuwait ha sottoscritto 60 trattati contro le doppie imposizioni ed ha sottoscritto la Convenzione sul Reciproco Scambio di informazioni fiscali internazionali.

(Fonte: www.e.gov.kw)

Se siete interessati a ricevere ulteriori informazioni sulla Kuwait,

cliccate qui!

Share

Kuwait

Alessandro_Pasut_3

Kuwait


Il 60% dell’economia del Kuwait è basata sulla produzione del petrolio, che viene esportato per il 90% insieme al gas naturale e che a tutt’oggi rappresentano la principale fonte di energia per il Paese stesso. Il petrolio rappresenta, dunque, la principale fonte economica per il Kuwait, ma è un bene soggetto alle valutazioni di mercato e, soprattutto, è altamente inquinante.

Il futuro globale è rivolto alle fonti di energia rinnovabile a basso impatto ambientale, con una diminuzione di richiesta di petrolio e in questa direzione si sta rivolgendo anche il Kuwait, che conta di riservare al fabbisogno interno solo una minima parte della produzione di petrolio, ed usufruire invece di fonti alternative, nucleare e gas naturale.

Da pochi mesi è stato avviato un negoziato con una impresa statale russa, specializzata nel settore industriale nucleare, per la costruzione di un impianto nell’Emirato e con l’Agenzia Internazionale per l’energia atomica: il Kuwait è interessato soprattutto ad utilizzare l’energia nucleare in campo medico-scientifico e nella produzione di impianti per la desalinizzazione dell’acqua.
(Fonte: I.C.G.)

 

Se siete interessati a ricevere ulteriori informazioni sul Kuwait,

cliccate qui!

Share