You are currently browsing the Alessandro Pasut | Blog posts tagged: Investire in Qatar


Qatar

Alessandro_PasutQatar


Nel 2017 il Qatar subì l’embargo da parte dell’Arabia Saudita, degli Emirati Arabi Uniti, del Bahrain e dell’Egitto. Le conseguenze economiche ricaddero soprattutto sulla Qatar Airways, che non atterra più a Dubai, a Il Cairo, a Riyadh e Abu Dhabi e sulle importazioni di prodotti agroalimentari dall’Arabia Saudita. Ma, rispetto alle iniziali previsioni pessimistiche, gli effetti dell’embargo sono stati molto limitati.

Siamo di fronte ad un Paese dalle enormi risorse di petrolio e gas naturale: i suoi principali clienti sono la Cina, la Corea del Sud, il Giappone e l’India, che garantiscono un trend in costante aumento delle esportazioni.

Contemporaneamente il Paese ha saputo rafforzare i rapporti economici con Stati come gli USA, l’Iran, la Turchia e l’Italia.
Negli ultimi anni l’Italia ha quadruplicato le esportazioni di prodotti agroalimentari in Qatar, pari ad un valore di oltre 35 milioni di euro, ma anche i prodotti tessili, di abbigliamento e del legno, macchinari e apparecchiature, hanno registrato valori di crescita positivi. L’aumento delle esportazioni italiane in Qatar è dell’8% annuo.
In Italia il Qatar ha fatto parlare di sé per i suoi ingenti investimenti nell’acquisto di case di moda, di alberghi di lusso e di grattacieli a Milano.
Il Qatar è il Paese più ricco al mondo, con un Pil pro capite di 130000 dollari.
(Fonte: C.c.i.a.)

Se siete interessati a ricevere ulteriori informazioni sul Qatar,

cliccate qui!

Share

Qatar

Alessandro PasutQatar


Lo scorso aprile si è tenuta a Doha la Heya Arabian Fashion Exhibition, una manifestazione organizzata dal Ministero del Turismo in collaborazione con il Qatar Business Incubator Centre, con l’intento di promuovere il lavoro artigianale femminile. Erano presenti tredici Paesi con 150 stand e tra questi anche l’Italia, unico Paese europeo a partecipare. A questa fiera dedicata alla donna si sono potuti ammirare molti oggetti preziosi e raffinati: borse create con pellami esclusivi, kaftani realizzati con sete ormai rare, burkini realizzati da sartorie artigianali italiane, capi di abbigliamento creati su misura ed accessori dedicati, gioielli e profumi creati per l’occasione.
Ancora una volta il Made in Italy ha saputo attrarre su di sé l’attenzione del folto pubblico presente.

Qatar
La Camera di Commercio del Qatar ha comunicato che nei primi tre mesi del 2018 le esportazioni di prodotti non petroliferi hanno registrato un aumento del 15%, rispetto al 2017 e che, solo nel mese di marzo, il Qatar ha esportato servizi e beni verso 57 Paesi, distribuiti in tutto il mondo. L’Oman risulta essere il principale cliente del Qatar, seguito dal Sultanato, Olanda, Turchia, India e Bangladesh. Tra i nuovi mercati conquistati merita menzionare l’Australia.
(Fonte: notizie Ansa).

 

Se siete interessati a ricevere ulteriori informazioni sul Qatar,

cliccate qui!

Share